Associazione Culturale "Castrum Beffi" - Beffi di Acciano (AQ)
La Storia
Beffi si divideva in tre ville: Beffi, Succiano e S. Lorenzo.
La condizione originaria di Beffi era quella di Borgo Fortificato in posizione strategica. Infatti, era parte integrante con la sua Torre Castellata di quello scacchiere difensivo che imbrigliava il territorio dell'Aquilano.
La prima notizia storica è del 1185, quando era posseduto per la terza parte dal figlio di Rainaldo di Beffi.
Nel 1257 Alessandro IV lo pose al Confine del Contado Aquilano. Nel 1294 re Carlo II lo confermò di Regio Demanio e del Distretto dell'Aquila.
Nel 1360 lo troviamo menzionato tra i paesi della Diocesi Valvense. Propabilmente tra il Vescovo di l'Aquila e quello di Valva ci fu spesso attrito per il possesso di Beffi.
Castrum Beffi 
.: Home
.: Benvenuto
.: La Storia
.: I Luoghi
.: Gli Eventi
.: Info
.: News

by Fernando
La Torre di Beffi rientra nella tipologia della Torre Castellata, realizzazione maggiormente accurata di Torre Cintata ossia di quella struttura piuttosto articolata in cui la Torre era meno esposta all'attacco ed il recinto diventava una vera trappola per l'assalitore.

La Torre di Beffi si presenta a pianta poligonale irregolare, realizzata a vani sovrapposti con struttura muraria in piccoli conci di pietra irregolari ed ammorsature in grossi conci squadrati agli angoli. L'ingresso era a quota primo piano con scala retrattile. All'interno del recinto merlato ci sono, in una estrema varietà planimetrica, i locali abitativi edificati successivamente al XIII secolo. Ancora ben conservata la porta d'ingresso al recinto con arco a sesto acuto, sormontata dall'antico Stemma di Beffi: S. Michele sopra una Torre.